domenica, 26 Maggio , 24

Made in Italy, Stella (Confprofessioni): “Export in crescita, patto per l’internazionalizzazione tra professionisti e pmi”

Made in Italy, Stella (Confprofessioni): “Export in crescita, patto per l’internazionalizzazione tra professionisti e pmi”

Valentini: “Fondo per internazionalizzazione nel ddl Made in Italy”

Fitto: “Da confronto con professionisti scelte strategiche per attrarre investimenti”

ROMA – “L’economia italiana oggi sta andando meglio delle previsioni grazie soprattutto all’export in crescita costante. Favorire il processo di internazionalizzazione è la chiave vincente per rilanciare l’economia italiana mettendosi in scia con questo trend.

Le piccole e medie imprese hanno, dunque, bisogno di essere affiancate dai professionisti, loro preziosi alleati nei processi di internazionalizzazione, che  siano competenti e preparati e che siano in grado di guidarle con la loro consulenza non solo negli aspetti economico – finanziari ma anche nella compliance, negli aspetti procedurali e in quelli legali.

Confprofessioni, con l’evento odierno, si prefigge l’obiettivo di far crescere i professionisti su questi temi, investendo in corsi di formazione e master che li aggiornino costantemente”.

Lo ha dichiarato Gaetano Stella, presidente della Confederazione italiana libere professioni, aprendo i lavori della prima edizione dell’Annual Internationalization meeting che si è svolto a Roma presso il Centro congressi di Palazzo Rospigliosi.

“Al tempo stesso – ha proseguito il Presidente Stella – ci ritroviamo con l’obiettivo del governo di far rientrare le produzioni delle aziende italiane che hanno delocalizzato le attività all’estero.

In particolare quelle attinenti settori strategici per il made in Italy come la meccanica di precisione, l’agroalimentare e il settore manifatturiero. Bisogna favorire il back reshoring incentivando le imprese a far rientrare non solo la sede legale ma anche quella produttiva, attuando semplificazioni amministrative che oggi sono il grande problema per chi vuole investire in Italia, e prevedendo crediti d’imposta di cui beneficiare dopo almeno tre anni dall’insediamento delle attività nel nostro Paese”.

L’importanza del confronto con i professionisti sul tema dell’internazionalizzazione è stata sottolineato dal Viceministro del Mimit Valentino Valentini: “Come ministero delle Imprese e del Made in Italy rifinanzieremo tutta una serie di incentivi alle aziende già esistenti come quelli legati a Transizione 4.0 accanto ai quali prevediamo di favorire contratti di sviluppo e accordi di innovazione.

All’interno del Disegno di legge sul Made in Italy prevediamo inoltre lo stanziamento di un Fondo per accelerare l’internazionalizzazione e l’attrazione di investimenti nel nostro Paese. In questo percorso i professionisti sono le nostre antenne proiettate al cambiamento.

Si adeguano per poter aiutare associati e clienti ad orientarsi nella continua evoluzione dei processi finalizzati ad attrarre investimenti esteri e alla promozione all’estero delle nostre produzioni. Sono coloro che permettono al sistema imprenditoriale di operare quel cambiamento di cui necessita la nostra economia con una visione sempre orientata al panorama generale oltre quello relativo ai temi amministrativi di casa nostra”.

Alla nutrita platea dei presenti è giunto il videomessaggio del Ministro per gli Affari europei e il Pnrr Raffaele Fitto: “Occorre creare un sistema Italia che sia in grado di affrontare le grandi sfide, a partire da quella dell’internazionalizzazione, per favorire la crescita economica del nostro Paese.

Il governo sta mettendo in campo strumenti importanti come il Pnrr e il Fondo di coesione e sviluppo che, tuttavia, necessitano di essere rivisti alla luce degli importanti cambiamenti avvenuti sul piano internazionale, in primis il conflitto in Ucraina.

Sui temi dell’internazionalizzazione e sulla capacità di attrarre nuovi investimenti si gioca la partita nei prossimi mesi. Ritengo utile il confronto con Confprofessioni dal quale possono nascere contributi importanti per condividere scelte strategiche sulle quali lavorare insieme”.

L’articolo Made in Italy, Stella (Confprofessioni): “Export in crescita, patto per l’internazionalizzazione tra professionisti e pmi” proviene da Notiziedi.it.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles