mercoledì, Giugno 23, 2021
No menu items!

Myanmar, la giunta accusa Aung San Suu Kyi di corruzione: rischia 15 anni

Ultime Notizie

Tg Riabilitazione, edizione del 23 giugno 2021

– IDO: UN BIMBO AUTISTICO OGNI 70? DIAGNOSI NON APPROFONDITA “Quindici anni fa il rapporto era di 1 bambino autistico...

Rifiuti, l’Ordine dei Medici di Roma: “La Capitale è a un passo dalla crisi igienica”

ROMA – “Come già accaduto in passato mi trovo costretto per l’ennesima volta a denunciare la grave situazione...

VIDEO | Comunali Napoli, De Raho: “No a voto sostenuto dalla camorra”

NAPOLI – “È importante innanzitutto avere un voto che non sia quello sostenuto dalla camorra, che non sia quello...

ROMA – In Myanmar la magistratura militare ha notificato un nuovo capo d’accusa a carico di Aung San Suu Kyi, la leader della Lega nazionale per la democrazia (Nld), agli arresti dal primo febbraio, quando l’esercito ha rovesciato il governo guidato dal suo partito. La Premio Nobel per la Pace è stata accusata di “corruzione” e “abuso di potere” per via “dell’uso improprio di un terreno”, affidato alla Fondazione di beneficenza Daw Khin Kyi, da lei presieduta. Questo va ad aggiungersi alle accuse che le erano già state mosse a marzo di aver accettato una tangente da oltre mezzo milione di dollari insieme a 11 chilogrammi d’oro da un alto esponente del suo partito. Gli esponenti ancora in libertà della Lega per la democrazia hanno respinto le accuse, spiegando che l’accusa parte da una confessione ottenuta in carcere da un ex funzionario di Yangon, appartenente sempre alla Lega, arrestato in seguito al golpe.

TUTTE LE ACCUSE CONTRO LA PREMIO NOBEL

La testata vicina ai militari, Global New Light of Myanmar, riferisce che Suu Kyi “è stata giudicata colpevole di atti di corruzione sfruttando la sua posizione” e che la pena per questo tipo di reato prevede fino a 15 anni di reclusione. Subito dopo il colpo di stato, Suu Kyi è stata accusata di aver violato delle norme durante la campagna elettorale che ha preceduto le legislative di novembre scorso, nonché di possesso non autorizzato di walkie-talkie. Il processo a suo carico si aprirà ad agosto. U Khin Maung Latt, presidente di una delle sezioni della Lega per la democrazia di Yangon, dopo l’arresto è invece morto in carcere. La sua famiglia ha denunciato che il corpo di Maung Latt, restituito dalle forze dell’ordine, presentava segni di percosse.

L’ONG: “PIÙ DI 800 BIRMANI MORTI NELLE PROTESTE CONTRO IL GOLPE”

Il caso di questo politico va ad aggiungersi ad almeno 20 storie analoghe raccolte dall’Assistance Association for Political Prisoners (Aaap), organizzazione birmana che accusa la giunta militare di torturare i prigionieri politici. Tra i casi documentati figurerebbero quelli di attivisti per la democrazia, manifestanti e giovani. Più in generale, l’Aaap calcola che sarebbero oltre 800 i birmani che hanno perso la vita nelle proteste seguite al colpo di stato. La giunta militare ha respinto le accuse di violenze e abusi e ha motivato l’arresto di Aung San Suu Kyi e degli altri sostenitori del suo partito con presunti brogli elettorali, che avrebbero reso illegittima la riconferma del governo guidato dalla Lega alla fine del 2020.
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Myanmar, la giunta accusa Aung San Suu Kyi di corruzione: rischia 15 anni proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

ULTIM'ORA

Tg Riabilitazione, edizione del 23 giugno 2021

– IDO: UN BIMBO AUTISTICO OGNI 70? DIAGNOSI NON APPROFONDITA “Quindici anni fa il rapporto era di 1 bambino autistico...

Rifiuti, l’Ordine dei Medici di Roma: “La Capitale è a un passo dalla crisi igienica”

ROMA – “Come già accaduto in passato mi trovo costretto per l’ennesima volta a denunciare la grave situazione dei rifiuti in cui versa...

VIDEO | Comunali Napoli, De Raho: “No a voto sostenuto dalla camorra”

NAPOLI – “È importante innanzitutto avere un voto che non sia quello sostenuto dalla camorra, che non sia quello del serbatoio dell’illegalità, che deve...

Processo Willy, le deposizioni dei carabinieri: “Testa presa a calci come un pallone”

FROSINONE – È iniziata con le prime deposizioni dei Carabinieri che intervennero quella notte, davanti alla Corte di Assise di Frosinone, la seconda udienza...

Da Erri De Luca a Cacciari e Maraini, torna il Festival della Cultura di Veroli

ROMA – Il 12 luglio il ministro della Cultura, Dario Franceschini, parteciperà alla seconda edizione del Festival della Cultura organizzato dal Comune di Veroli, nella...

Potrebbe interessarti anche...