martedì, Settembre 26, 2023

Alluvioni, P. Chigi: fino a ora 289 mln urgenze, presto altri fondi

Entro 15 novembre piattaforma per ristori a...

Vino, delegazione giapponese ha visitato i luoghi del Prosecco Doc

Zanette: tour operator includeranno nostre Cantine nei...

Sono 33 i vini lombardi che hanno ottenuto i “Tre Bicchieri 2024″

Guida “Vini d’Italia” Gambero Rosso: 16 sono...

Nissan: nuovi modelli in Europa saranno solo elettrici

Makoto Uchida: E’ il futuro della mobilità Milano,...

Nel 2020 crollo degli occupati, colpite soprattutto le donne

PalermoNel 2020 crollo degli occupati, colpite soprattutto le donne

ROMA – Nel 2020 il mercato del lavoro, per effetto della pandemia, mostra un calo dell’occupazione senza precedenti (-456 mila, -2,0%), che segue la crescita ininterrotta dei precedenti sei anni – seppur rallentata a partire dal 2017. Lo rileva l’Istat nel rapporto sul mercato del lavoro nel IV^ trimestre 2020.

Contestualmente, si registra una forte diminuzione della disoccupazione (-271 mila, -10,5%) e un intenso aumento degli inattivi di 15-64 anni (+567 mila, +4,3%).Il tasso di occupazione, che nel 2018 e 2019 ha raggiunto il massimo storico, scende al 58,1% (-1,0 punti percentuali rispetto al 2019) e torna ai livelli del 2017; in calo anche il tasso di disoccupazione che si porta al 9,2% (-0,8 punti in un anno), mentre quello di inattività sale al 35,9% (+1,6 punti).

Il calo dell’occupazione coinvolge soprattutto i dipendenti a termine (-391 mila, -12,8%) e, in minor misura, gli indipendenti (-154 mila, -2,9%); il lavoro dipendente a tempo indeterminato mostra invece una crescita (+89 mila, +0,6%). La diminuzione investe il lavoro a tempo pieno (-251 mila, -1,3%) e, soprattutto, il part time (-205 mila, -4,6%); la quota di part time involontario, inoltre, sale al 64,6% (+0,4 punti) dell’occupazione a tempo parziale (la quota calcolata sul totale degli occupati scende all’11,9%, -0,3 punti, per effetto del più forte calo dei lavoratori part time).

COLPITE SOPRATTUTTO LE DONNE

In media annuale si ampliano i divari di genere. Il calo dell’occupazione è stato maggiore tra le donne: -249 mila occupate (-2,5% rispetto a -1,5% tra gli uomini) e -1,1 punti nel tasso di occupazione (-0,8 punti tra gli uomini). Lo rileva l’Istat nel rapporto sul mercato del lavoro nel IV^ trimestre

Tra le donne la disoccupazione è scesa di più, -140 mila disoccupate (-11,4% contro -9,7% degli uomini) e -0,9 punti nel tasso (-0,7 punti per la componente maschile), e il tasso di inattività è maggiormente aumentato (+1,8 punti in confronto a +1,4 punti tra i maschi), nonostante il numero di inattivi sia aumentato di più tra gli uomini (+5,4% contro 3,7%). 2020.

L’articolo Nel 2020 crollo degli occupati, colpite soprattutto le donne proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles