sabato, 6 Luglio , 24

Starmer dopo il suo primo Consiglio dei ministri: “Verso il cambiamento”. Il premier cancella il piano Ruanda sui migranti

MondoStarmer dopo il suo primo Consiglio dei ministri: “Verso il cambiamento”. Il premier cancella il piano Ruanda sui migranti

ROMA – “Il lavoro del nuovo governo è già iniziato”. Così Kier Starmer, il nuovo premier britannico, dopo il suo primo Consiglio dei ministri. “Abbiamo la necessità di attuare il cambiamento da parte di un Labour che è già cambiato. E lo faremo a partir da un piano di crescita dell’economia”, ha annunciato Starmer, che ha in programma di incontrare i sindaci metropolitani di qualsiasi ideologia “perché le buone idee non hanno partito, ascolterò tutti”.

Leggi anche: Angela Rayner, la ‘rossa’ che mette al tappeto pure il premier Starmer

Leggi anche: Elezioni Regno Unito, Starmer a Downing Street presenta il suo governo di “servizio”: “Il nostro lavoro è urgente e inizia oggi”

Inoltre, il nuovo premier ha promesso che domani partirà per visitare tutte e quattro le nazioni del Regno Unito. “Prima in Scozia, poi in Irlanda del Nord, poi in Galles e poi di nuovo in Inghilterra dove incontrerò i primi ministri prima di recarmi negli Stati Uniti per il vertice della Nato”, ha dichiarato Starmer, che ha assicurato di voler stabilire un modo di lavorare in tutto il Regno Unito “che sarà diverso da quello che abbiamo avuto negli ultimi anni”. Tra le sue priorità anche “la difesa e la sicurezza” a livello di relazioni internazionali e l’abolizione del piano di deportazione dei migranti, messo in piedi dai conservatori. “Lo schema del Ruanda è morto e sepolto”.

Per Starmer le persone si aspettano che questo governo faccia le cose in modo diverso, c’è un’alta aspettativa. Per questo, ha colto l’occasione della prima riunione di gabinetto per stabilire ciò che si aspetta dai suoi ministri in termini di standard e consegna.

L’articolo Starmer dopo il suo primo Consiglio dei ministri: “Verso il cambiamento”. Il premier cancella il piano Ruanda sui migranti proviene da Agenzia Dire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles